L’emozione dei cocktails

20/01/2019 0 comments exallievi Categories Approfondimenti

Come raggiungere l’alchimia perfetta tra gli ingredienti per creare un nuovo drink, bevibile e apprezzato

di Federico Morosi,
ex allievo Baita dei Congressi, bar manager Hotel Il Pellicano, Porto Ercole (GR)

Mi viene chiesto di spiegare cos’è un cocktail. Potrei citare libri e dire di tutto e di più…
Mi limiterò a raccontare in breve qualche momento della mia esperienza con questa parola: Cocktail. Tecnicamente è una miscela di diversi componenti liquidi alcolici e non che, amalgamati insieme, danno luogo a una nuova mistura. Per un barman la creazione di un nuovo cocktail è l’equivalente per uno chef della creazione di un nuovo piatto: estro, fantasia, creatività, originalità permettono di creare sempre nuove combinazioni e nuovi drink che racconteranno storie di città, alberghi, luoghi, persone e momenti.

Cogliendo queste osservazioni possiamo affermare che il Cocktail è anche Emozione… Allo stesso modo di un profumo, di una canzone. Una madeleine di Proustiana memoria!

Si beve per festeggiare, ricordare, celebrare, dimenticare… per altre mille occasioni… e per ogni momento ci sarà sempre il suo drink dedicato.

Sfogliando un qualsiasi ricettario si troveranno tante di quelle storie, curiosità, aneddoti e informazioni riguardo un semplice cocktail. Immaginiamo il Negroni, nostro italianissimo orgoglio, esiste addirittura un libro che ne parla. Personalmente al Pellicano, dove da dodici stagioni mi diverto a creare con i ragazzi del mio team strepitosi drink, sperimento ogni volta quanto accennato sopra. I nostri signatures drink ricordano e celebrano feste e importanti galà da noi vissuti con grande partecipazione, altri celebrano e ricordano alcuni nostri fedeli e appassionati Ospiti… Un lusso per pochi, poter dire che al Pellicano c’è il loro cocktail!

Per me è veramente un divertimento poter far vivere e regalare una vera Emozione, regalando un drink a un mio affezionato Cliente. Si ricorderà sempre del Suo barman e del suo soggiorno, e porterà il ricordo con sé una volta lasciato il Pellicano.

Dicono che i cocktails fanno girare la testa; qui permettetemi una mia citazione, a me hanno fatto girare il mondo: tre volte a New York, Milano, Roma, Firenze. In tutte queste occasioni sono stato l’ambasciatore delle mie creazioni, che dire di più? Poter servire Emozioni in un bicchiere, con il gusto di dire che sono state create da me e quindi davvero offrire un servizio speciale, unico. Come tutte le cose, non bisogna improvvisare ma avere una cultura sui liquori e distillati e avere un minimo di esperienza fatta sul campo. Fare, assaggiare, riprovare, sbagliare e poi delle volte arriva l’ispirazione… e quei pochi ingredienti troveranno l’alchimia perfetta per essere una nuova cosa, bevibile e apprezzata. Per un principiante consiglio poche regole ma sempre valide imparate dai nostri grandi classici: Martini, Daiquiri, Negroni, ecc. Pochi ingredienti, semplici decorazioni ma qualità nella preparazione e nella scelta dei prodotti; date libertà alla fantasia e al Vostro gusto… ne berrete delle belle!

Alcuni miei cocktails sono diventati delle originali cartoline che regalo con grande piacere agli Ospiti, alcuni dei quali sono diventati dei veri fans. E si portano via un pezzetto del mio bar, a casa con loro. Il cocktail quindi diventa magico ricordo. Emozione!